Ston e Mali Ston – Storia scritta nel sale

Viaggiando nel sud della Croazia raggiungerai Ston e Mali Ston. Luoghi dalla storia ricca ed emozionante sulla penisola di Pelješac. Un tempo importante centro di difesa della potente Repubblica di Dubrovnik. Oggi Ston e Mali Ston sono destinazioni gastronomiche e turistiche in Croazia. Queste due città sono note per tre cose: sale, ostriche e le straordinarie mura difensive che le collegano. Il patrimonio di quest’area è inestimabile e di eccezionale importanza per l’intera storia della Croazia.

Il nome Ston deriva dal nome latino Stagnum, che si riferisce alla natura paludosa dei terreni utilizzati per la produzione del sale. Saltern era così importante dal punto di vista economico per la Repubblica di Dubrovnik, così costruirono una delle fortificazioni più lunghe d’Europa. Il sistema di fortificazioni si estendeva da Ston a Mali Ston con torri, fortezze e mura difensive. Le mura sono ancora in piedi oggi, come anche la produzione del sale a Ston. Tramandato di generazione in generazione, per quattromila anni. Da allora fino ad oggi il sale viene prodotto nello stesso modo. Solo con l’aiuto del mare, del sole e del vento.

Saline di Ston

Ston

Un visitatore di Ston trova difficile immaginare a prima vista di essere, per importanza e dimensioni, la seconda città dell’ex Repubblica di Dubrovnik. Una cittadina tranquilla, isolata e assopita. Fino all’inizio del XIX secolo, era il centro economico, politico, militare, religioso, culturale e commerciale nella parte occidentale della Repubblica di Dubrovnik. Ston è una piccola città situata proprio all’inizio della penisola di Pelješac. È anche conosciuta come la “città del sale”. Si trova a solo un chilometro a sud-ovest di Mali Ston. Ston era una città importante per la produzione di sale. Situato in posizione strategica sulla costa adriatica lungo importanti rotte commerciali. All’interno delle mura, Ston ha un suggestivo centro storico medievale dove puoi sentire lo spirito del potente passato.

Fortress Ston Croatia SaltSton Pelješac Croatia Salt

Mali Ston

Fondata nel 1335 come parte della Repubblica di Dubrovnik come città difensiva. Mali Ston (ita. Piccolo Ston) è stato progettato per proteggere una potente repubblica. Con una disposizione impressionante di mura e torri. La caratteristica più importante è la fortezza di Koruna, che sorge sopra la città ed è visibile da una lunga distanza. Mali Ston è una sorta di destinazione gastronomica. Nota per le cozze e le grandi ostriche piatte che prosperano in uno stretto canale che separa la penisola dalla terraferma. Quali famiglie locali le hanno coltivate sin dai tempi dei romani. Mali Ston è una perla ecologica mondiale ed è un luogo di vacanza ideale con molte belle baie e spiagge. Puoi trovare alloggio a Mali Ston su Visitteo.

Mali Ston Walls, Croatia Koruna FortressWalls of Mali Ston, Pelješac, Croatia

Storia scritta nel sale e nella pietra

Il luogo più importante della Repubblica di Dubrovnik, dopo Dubrovnik, in termini di importanza economica e strategica è sicuramente Ston. All’inizio del XIV secolo, la città entrò nella sfera di interesse del comune di Dubrovnik. Che stava diventando più forte in quel momento. Nel 1326, Dubrovnik molto probabilmente occupò prima la penisola di Pelješac militarmente, e poi nel 1333 la acquistarono ufficialmente dal divieto bosniaco e dal re serbo. Da quell’anno inizia la crescita rapida e pianificata di Ston.

Gli abitanti di Dubrovnik prima dividono la terra e disegnano un piano di sviluppo e costruzione ben congegnato. Quindi costruiscono muri, case, palazzi, fontane, chiese e monasteri. In un breve periodo, la Repubblica di Dubrovnik ha innalzato un monumentale sistema di difesa per la protezione. La più grande fortificazione e progetto urbano in Europa all’epoca. E la Repubblica di Dubrovnik iniziò la costruzione dello Ston a sud e del Mali Ston sul lato nord dello stretto istmo che collega la penisola con la terraferma. Questa fortificazione era importante per gli abitanti di Dubrovnik non solo per la conservazione della loro tenuta di Pelješac, ma anche per la conservazione di un prezioso oggetto monopolistico: il sale.

Conservazione di mura e fortificazioni

Con la scomparsa della Repubblica di Dubrovnik, negligenze e interventi spesso incomprensibili del XIX secolo. Come la demolizione delle mura della città a Mali Ston per combattere la malaria. Con la demolizione delle mura della città a Ston a causa dell’arrivo dell’imperatore austriaco Franjo Josip in visita ufficiale. Il monumentale complesso fortificato di Ston crolla. Ultimamente, grazie alla Società degli Amici delle Mura di Dubrovnik. La ristrutturazione delle fortificazioni e delle torri di Ston è proseguita lentamente ma inesorabilmente. Il complesso di Ston sta già ricominciando a vivere nel suo vecchio aspetto dignitoso.

Sistema di fortificazione Ston Croatia Dubrovnik

Saline di Ston

Grazie alla sua posizione geografica, ai campi fertili, all’abbondanza d’acqua e al breve istmo che collega la penisola di Pelješac con la terraferma. La zona di Ston è diventata un’importante residenza per l’uomo fin dall’antichità. Saltern risale all’epoca romana, due millenni prima di Cristo. Prima che romani, illiri e greci abitavano questa zona. Lo sfruttamento e la raccolta del sale nella zona di Ston iniziano con l’arrivo dei romani in queste terre. Le saline di Ston sono le più antiche d’Europa e le più grandi conservate nella storia del Mediterraneo.

Il sale è stato ottenuto mediante il processo di evaporazione dell’acqua di mare in grandi bacini poco profondi dei salini. La stagione della raccolta e della produzione del sale dura nei mesi estivi. Gli odierni salini che risalgono al tempo della Repubblica di Dubrovnik e il loro design complessivo, rappresentano perfettamente la complessa produzione di sale del Medioevo. E sono un monumento culturale di prima classe. Il metodo di produzione non è cambiato in tutti questi secoli. E in condizioni così ecologicamente salubri, è garantita un’ottima qualità del sale. Che soddisfa tutte le esigenze dell’economia avanzata dei tempi moderni.

Importance of salt for Ston and the Dubrovnik Republic

Oltre a fornire la popolazione locale, il sale di Ston era uno dei principali prodotti di esportazione della Repubblica di Dubrovnik, che commerciava con esso in tutta la penisola balcanica. Il reddito dal sale era alto, 1/3 del reddito totale. Insieme a Dubrovnik, Ston era economicamente e strategicamente il luogo più importante della Repubblica di Dubrovnik e la seconda città più pianificata d’Europa. La Repubblica di Dubrovnik utilizzava piscine con fondo in granito. Da queste piscine si estraeva il sale più puro per la corte viennese.

 

Saline di Ston

Sistema di fortificazione

La Repubblica di Dubrovnik ha costruito un monumentale sistema di difesa per la protezione, una grande fortificazione e un progetto urbano. Costruiscono 41 torri, 5 fortezze e un muro difensivo lungo 5,5 chilometri. Al fine di preservare il massimo valore nelle profondità della baia – Ston salterns. La costruzione dell’imponente complesso di fortificazioni, che chiamiamo Mura di Ston, iniziò subito dopo l’acquisizione di Pelješac da parte di Dubrovnik. In primo luogo, costruiscono un muro difensivo, da un lato all’altro della penisola. E secondo un progetto unico, costruiscono due città fortificate. Sul lato sud Ston e sul nord Mali Ston. Per radunare le persone a guardia dei confini e lavorare nelle saline.

Sopra i ripidi pendii occidentali di Prevlaka, la Grande Muraglia separa Pelješac dalla terraferma. Il muro è lungo circa 1200 m, condotto sopra la cima della collina Podzvizda. Chiudendo l’intera penisola, terminando in torri sulle rive del canale di Ston e della baia di Mali Ston. Il sistema di fortificazioni Ston si è formato, tuttavia, nel corso di più di quattro secoli. Destinato principalmente alla difesa della penisola dal suo entroterra continentale. È stato gradualmente migliorato, adattato al terreno e allo sviluppo di attrezzature militari. Le fortificazioni di Ston sono senza dubbio il più grande progetto di costruzione della Repubblica fuori Dubrovnik. Le mura e le fortezze sono fiancheggiate da 10 torri rotonde e 31 quadrate e 6 bastioni semicircolari. Hanno mantenuto il loro ruolo difensivo fino all’inizio del XIX secolo. Dopo la caduta della Repubblica, le fortificazioni di Ston persero il loro significato militare.

Sistema di fortificazione Ston Croatia DubrovnikSistema di fortificazione Ston Croatia Dubrovnik